Vai al contenuto della pagina

home

Logo Regione Sardegna

Nuoro, le guardie municipali

Titolo: Nuoro, le guardie municipali
Autore: Ballero Antonio
A cura di: Ilisso Edizioni S.r.l.
Editore: Ilisso Edizioni S.r.l.
Luogo di pubblicazione: Nuoro
Agenzia di digitalizzazione: Ilisso Edizioni S.r.l.
Raccolta: Fondo Ballero, Ilisso
Tratta da: M. Fois, S. Novellu, “Antonio Ballero. Lo sguardo fotografico del pittore”, Nuoro, Ilisso, 2007
Comune: Nuoro
Argomento: Storia e tradizioni
Data di realizzazione: 1914
Proprietario della risorsa: Ilisso Edizioni S.r.l.
Locazione della risorsa: Archivio Ilisso - via Guerrazzi, 6 - 08100 Nuoro
Didascalia: Nuoro, le guardie municipali
Descrizione: Lo scatto è stato effettuato davanti alla sede delle guardie municipali, nel tratto iniziale del corso Garibaldi. Insieme alla guardie in uniforme è raffigurato un uomo a cavallo in abiti tradizionali.
La via Majore, così era denominato anticamente il corso, aveva origine esattamente nel punto raffigurato in questa fotografia, detto comunemente Ponte ’e ferru, per concludersi nell’attuale piazza S. Giovanni.
Oltre ad essere l’arteria principale della città, la via Majore rappresentava anche la linea ideale di confine tra i due quartieri principali, San Pietro, residenza dei pastori, e Seuna, dei contadini.
Note: Il lampione presente sull’edificio in primo piano indica che l’illuminazione pubblica all’epoca dello scatto era ancora alimentata a petrolio, anche se erano iniziati i lavori di posa del primo tratto della rete elettrica relativi al corso Garibaldi (cfr. La Nuova Sardegna, 22 giugno 1914): ciò può essere dedotto dal supporto a parete visibile poco più in alto, pronto per ricevere i cavi di conduzione. La corrente elettrica fu attivata per la prima volta tra la fine di aprile e i primi di maggio del 1915 (cfr. La Nuova Sardegna, 6-7 maggio 1915).