Vai al contenuto della pagina

home

Logo Regione Sardegna

Pesci grossi e pesci piccoli

Editore: RAI
Data di trasmissione: 1975/04/19
Programma: AZ un fatto: come e perché
Curatore programma: Locatelli Luigi
Conduttore: Bellucci Paolo
Raccolta: Archivio Rai
Descrizione: Programma con servizi, interviste e ospiti in studio che analizza i problemi dello stagno di Cabras (provincia di Oristano) e, in particolare, dei pescatori abusivi. In base ad una Bolla di Filippo IV di Spagna del 1652 lo stagno passò in proprietà ad una famiglia di banchieri genovesi, i Vivaldi, che finanziarono il monarca per la guerra contro la Catalogna. Nel 1853 i Vivaldi cedettero lo stagno ad un notaio oristanese, Salvatore Carta, i cui eredi, ancora nel 1975, anno di trasmissione del programma, detenevano i diritti di proprietà nonostante un annoso contenzioso, iniziato nel 1855, con il Regio demanio prima e con la Regione Autonoma della Sardegna poi. Al problema di carattere legale-giudiziario si aggiunse, a partire dagli anni Cinquanta del '900, quello di natura sociale, che trovava espressione nell'attività clandestina della pesca abusiva. Il fenomeno nasceva dallo stato di indigenza dei numerosi pescatori fuoriusciti dal sistema di mezzadria imposto dai proprietari dello stagno; sistema che, oltre a non garantire ai pescatori una percentuale sufficiente del prodotto pescato, si basava su una struttura piramidale rigida e non estranea ad episodi di vessazione e sopruso. In studio affrontano il delicato argomento l'assessore regionale alle finanze Mario Puddu, il sindaco di Cabras Antonio Sanna, il pescatore abusivo Diego Murtas, il rappresentante dei proprietari Aldo Uras e il presidente dei pescatori contestatori Nando Cossu.
Note: edizione Menghi Jenner; organizzatore Alvaro Fabrizio; segretaria di produzione Natale Paola; scelta delle musiche a cura di Pedace Saro; assistente di studio Cicalese Antonio; capo squadra tecnica Piccioni Paolo; I controllo camere Morbidi Gianfranco; assistente operatore Badessi Franco