Vai al contenuto della pagina

home

Logo Regione Sardegna

Cuile Sas Traes

Cuile Sas Traes [480x320]
Titolo: Cuile Sas Traes
Autore: Secci Dionigi
A cura di: Saba Alessio
Comune: Dorgali
Argomento: Ambiente e territorio
Data di realizzazione: 2013
Proprietario della risorsa: Ente Foreste della Sardegna, Regione Autonoma della Sardegna
Condizioni di utilizzo: Alcuni diritti riservati, Alcuni diritti riservati
Licenza: Creative Commons: Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC A-NC-SA 3.0)
Didascalia: Cuile in località Sas Traes, Su Suercone è una grande dolina di origine carsica situata nel vasto altopiano di calcare mesozoico del Supramonte di Orgosolo. Il Supramonte di Orgòsolo e Urzulei è costituito da rocce calcaree e calcareo-dolomitiche. L'area protetta tra i Monumenti Naturali istituiti ai sensi della Legge Regionale 7 giugno 1989, n. 31 Inoltre fa parte della Rete Natura 2000, ove sono invece inseriti tutti i Siti d’Interesse Comunitario (S.I.C.) istituiti ai sensi della Direttiva Habitat 92/43/CEE. Il S.I.C. di su Suercone, che interessa un'area di 23.488 ettari è denominato Supramonte di Oliena, Orgosolo e Urzulei - Su Suercone (Codice ITB02221) ed include, oltre ai comuni citati, anche Dorgali. L'origine del nome "Su Suercone" deriverebbe dalla parola suerca ("ascella") e significherebbe pertanto grande ascella, mentre secondo un’altra interpretazione (Miglior, 1987) significherebbe grande sughera (tuttavia questa seconda ipotesi è meno probabile, dato che le sughere tipicamente non crescono in aree calcaree). I pastori di Orgosolo e di Urzulei invece, lo chiamano Su Sellone o Su Sercone
Descrizione: Il complesso forestale Supramonte Ogliastrino è composto da due unità gestionali di base (alias U.G.B.) ricadenti nei comuni di Urzulei e Baunei. La superficie totale e di Ha 6446. La vegetazione del complesso è piuttosto eterogenea e si caratterizza per la netta prevalenza del leccio e della sughera. La struttura dello stadio maturo di questa tipologia vegetazionale è costituita da boschi climatofili a Quercus ilex con Juniperus oxycedrus subsp. oxycedrus, mentre lo strato arbustivo è caratterizzato da Pistacia lentiscus, Rhamnus alaternus, Phillyrea latifolia, Erica arborea ed Arbutus unedo. Per quanto riguarda gli aspetti climatici, l'inverno è piuttosto freddo con valori intorno ad 0 - 5 °C. e si protrae per circa 150 giorni. I minimi assoluti, piuttosto bassi, indicano che le gelate si verificano con una certa frequenza e possono provocare nella vegetazione danni irreversibili o ridurre notevolmente il periodo di attività vegetativa (il periodo di stasi vegetativa è di 79 giorni). Le precipitazioni annue, spesso anche nevose, sono notevoli e sono concentrate nei mesi invernali, mentre durante l'estate diventano scarse determinando un periodo di aridità, che ha la durata in gener,e dalla terza decade di giugno fino alla terza decade di settembre.