Vai al contenuto della pagina

home

Logo Regione Sardegna

Discoglosso sardo

Discoglosso [480x298]
Titolo: Discoglosso sardo
Autore: Casula Paolo
A cura di: Saba Alessio
Comune: Burcei, Sinnai
Argomento: Ambiente e territorio, Flora e Fauna
Data di realizzazione: 2010
Proprietario della risorsa: Ente Foreste della Sardegna
Condizioni di utilizzo: Alcuni diritti riservati, Alcuni diritti riservati
Licenza: Creative Commons: Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC A-NC-SA 3.0)
Didascalia: Il Discoglosso Sardo è un anfibio anuro di medie dimensioni, più piccolo del rospo smeraldino con dimensioni che raggiungono di solito fino a 7 – 8 cm. Il corpo è snello e slanciato, la testa è subtriangolare, più larga che lunga e poco distinta dal corpo, con occhi sporgenti e pupilla cuoriforme, a differenza del rospo smeraldino e della raganella che hanno invece una pupilla orizzontale. La lingua è discoidale e non può essere estroflessa per catturare le prede, la voce è piuttosto bassa rispetto a quella del rospo smeraldino e della raganella. L’ornamentazione della pelle consiste in punteggiature e/o macchie scure, mai strisce. La pelle è liscia e viscida al tatto. Il maschio ha dimensioni leggermente inferiori rispetto alla femmina, dalla quale si distingue, durante il periodo riproduttivo, per la presenza di calli o rigonfiamenti carnosi nelle dita degli arti anteriori. D. sardus inoltre si differenzia da specie simili per gli arti posteriori più corti. E’ privo di sacchi vocali. In Sardegna la specie ha subito un significativo declino a causa della riduzione degli habitat.
Descrizione: Presso la Foresta Demaniale di Settefratelli, un esemplare di Discoglosso sorpreso sotto un sasso, nel mese di marzo