Vai al contenuto della pagina

home

Logo Regione Sardegna

Alghero, porto e bastioni della Maddalena

Titolo: Alghero, porto e bastioni della Maddalena
Autore: Wagner Max Leopold
A cura di: Ilisso Edizioni S.r.l.
Editore: Ilisso Edizioni S.r.l.
Agenzia di digitalizzazione: Ilisso Edizioni S.r.l.
Raccolta: Fondo Wagner, Ilisso
Comune: Alghero
Località: porto e bastioni della Maddalena
Argomento: Storia e tradizioni
Data di realizzazione: 1930 ante
Proprietario della risorsa: Ilisso Edizioni s.r.l.
Locazione della risorsa: Archivio Ilisso - via Guerrazzi, 6 - 08100 Nuoro
Didascalia: Alghero, porto e bastioni della Maddalena
Descrizione: Il prospetto della banchina del porto visibile da ovest, in corrispondenza dei bastioni Magellano, consente di identificare agevolmente la torre del forte della Maddalena, impiegato, a seguito della sua dismissione, come cantiere dei calafati per la costruzione e riparazione di gozzi e spagnolette frequentemente in uso presso i pescatori locali. Qui all’inizio del Novecento venne collocata una lapide (della quale si distingue con facilità  il profilo), il cui testo commemorativo si deve al poeta Sebastiano Satta, in memoria dell’approdo, il 14 agosto 1855, di Giuseppe Garibaldi: l’allora ancora anonimo capitano di nave, era giunto sull’isola a bordo del piroscafo mercantile "Il Lombardo" per imbarcare alcuni parenti residenti nel palazzo Bolasco in fuga a seguito di una delle frequenti epidemie di colera che funestarono ripetutamente nel corso della storia la città.