Vai al contenuto della pagina

home

Logo Regione Sardegna

Cagliari, Cimitero Monumentale di Bonaria

Titolo: Cagliari, Cimitero Monumentale di Bonaria
Autore: Garau Corrado
Comune: Cagliari
Argomento: Ambiente e territorio, Architettura, Arte, Luoghi della cultura
Data di realizzazione: 2008
Didascalia: Dettaglio del monumento funebre. La struttura si presenta come una nicchia di gusto barocco seppure semplificato. In cima ad una stele a forma di croce posa il busto che ritrae il defunto. Adorante ai piedi della croce la statua a tutto tondo della vedova
Descrizione: Il Cimitero Monumentale di Bonaria, la cui costruzione fu affidata al capitano del Genio Militare Luigi Damiano, fu consacrato nel 1828. A metà fra parco e architettura lo spazio verde si aggiudicò una menzione speciale nel libro "il Verde di Cagliari" di Siro Vannelli, per le numerose specie di piante ospitate: cipressi e palme in grande numero con una funzione decorativa ma anche simbolica, lecci, carrubi, pini, rose, ibiscus. L'area del colle presenta sepolture paleocristiane e denuncia una continuità d'uso della funzione cimiteriale del luogo. Le tipologie architettoniche delle strutture sepolcrali sono molteplici: dalle tombe a terra a quelle racchiuse nelle arcate dei bracci di confine, dai loculi ai singoli monumenti fino alle sontuose cappelle site nella parte più alta del colle. Gli stili adoperati per rappresentare la morte sono dissimili tra loro ma molto ben armonizzati e così si passa con discreta eleganza dal liberty al revival neogotico, dal barocco al neoclassico, fino alla severa scultura di ispirazione militare. Estremamente varia è anche la decorazione delle tombe: medaglioni funebri, festoni, fiaccole, scenografie, tondi, bassorilievi, altorilievi e sculture a tutto tondo. Lapidi, epigrafi ed iscrizioni completano la varietà dell'ampia area sepolcrale
Note: Alla realizzazione della decorazione scultorea e pittorica del cimitero Monumentale di Bonaria di Cagliari contribuirono numerosi artisti locali e anche giunti dalla Penisola. Giuseppe Sartorio, Giovanni Albertoni, Andrea Ugolini, Federico Vannelli, Guglielmo Bilancioni, Sisto Galavotti, Emanuele Giacobbe, Agostino Allegro, Loffredo, Giovanni Pandiani, Giovanni Battista Villa, Giacomo Bonati, Tito Sarocchi, Giovanni Battista Trojani, Enrico Geruggi.